#UniteInResistance contro fascismo e occupazione e #SmashTurkishFascism e i suoi collaboratori ovunque!

Chiamata all’azione contro gli attacchi alle aree di difesa di Medya

#UniteInResistance contro fascismo e occupazione e #SmashTurkishFascism e i suoi collaboratori ovunque!

Venerdì 23 aprile, l’esercito fascista turco ha lanciato un’operazione di terra nelle regioni di Avaşin, Metîna e Zap per occupare nuove parti del Kurdistan meridionale. Dopo il primo bombardamento di Mamreşo nella regione di Avaşin, le truppe turche sono sbarcate dagli elicotteri. Bombardamenti e truppe di terra si sono estesi poi a Metîna e successivamente anche alla regione di Zap. La Gerîla ha immediatamente risposto ai tentativi di occupazione, infliggendo duri colpi all’esercito fascista turco.

Avaşin, Metîna e Zap sono tutte situate nelle aree di difesa di Medya controllate dalla Gerîla, ed è importante ribadire e capire che qualsiasi attacco alle aree di difesa di Medya è un attacco all’intera rivoluzione, e quindi al Rojava, alla lotta antifascista in Kurdistan, nella regione ed a tutti noi.

Questi rinnovati attacchi e tentativi di occupazione da parte dei fascisti turchi sono una continuazione degli attacchi a Garê di alcuni mesi fa, e anche a Heftanin dello scorso anno, dove l’eroica resistenza della Gerîla e il sostegno del movimento di resistenza globale hanno portato a sconfitte devastanti per i fascisti.

L’obiettivo dei fascisti turchi è ovvio e da allora non è cambiato: vogliono occupare il Kurdistan meridionale per installare una zona cuscinetto tra il Kurdistan meridionale e settentrionale, che faciliterebbe una nuova invasione nel Rojava e l’occupazione di Şengal, e sferrerebbe anche un duro colpo contro la Gerîla con l’obiettivo di spezzarne la determinazione. Tutto questo avviene anche con il consenso degli USA, dell’Europa e di altre potenze internazionali. Gli Stati Uniti, ad esempio, hanno rinnovato solo di recente la loro offerta di pagare diversi milioni di dollari come ricompensa per Cemil Bayık, Duran Kalkan e Murat Karayılan, tre rivoluzionari curdi e quadri dirigenti del Movimento di liberazione curdo, dimostrando che le potenze internazionali vogliono distruggere le idee e le pratiche rivoluzionarie provenienti dal movimento di liberazione curdo!

Ma come a Zap, Heftanîn e Garê prima, il Kurdistan è la tomba del fascismo!

Chiediamo a tutti di agire immediatamente! Prendi l’iniziativa in piazza, unisciti e organizza manifestazioni intorno a te. Controlla la mappa degli obiettivi sul sito web di RiseUp4Rojava!

Sostieni e intensifica la lotta comune con la Gerîla, come abbiamo dimostrato circa 2 mesi fa in modo unitario contro gli attacchi a Garê! Garê è stata una nostra vittoria comune, e anche questa volta saremo vittoriosi insieme!

Insieme, #UniteInResistance contro il fascismo e l’occupazione! Insieme #SmashTurkishFascism e difendiamo la rivoluzione e le sue conquiste!

La rivoluzione in Medio Oriente vincerà: il fascismo sarà distrutto!

Comune internazionalista del Rojava,

Giovani donne internazionaliste,

RiseUp4Rojava-Network Coordination,

24.04.2021